Immagini

 


Gassino, Castiglione e San Mauro furono punti di transito per le formazioni partigiane che, provenienti dal Monferrato, si dirigevano su Torino in attuazione del piano insurrezionale.

Si trattava della VII Divisione Autonoma "Monferrato" e della Divisione Matteotti "Italo Rossi".

Il carro armato che compare nell'immagine (elaborazione grafica da una fotografia) ha una sua storia: il comandante Alì lo catturò ai repubblichini; fu uno dei pochi pezzi ancora efficienti e subito adoperati dai partigiani. Una preda bellica. Alì fece dipingere il suo nome sull'aletta paraschegge del finestrino. Ci fece anche dipingere la scritta "W la Monferrato". La notte della cattura qualcuno dipinse anche la scritta "W Stalin" che fu in seguito cancellata.
La fotografia riprende il carro armato all'ingresso dell'abitato di Sassi, proveniente da Borgata Rosa, appena oltrepassata la stazione della funicolare di Superga.


Questa immagine illustra la copertina del volume "Tra Borgata Rosa e Barriera di Casale - 25 Aprile 1945 - Quarant'anni dopo", curato da Piero Morini e pubblicato nel 1985 per iniziativa del Quartiere Madonna del Pilone.